Utilizzo dei cookie

Daimler usa i cookie per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il sito web fornisci il tuo consenso all’utilizzo dei cookie.

Per ulteriori informazioni si rimanda alle avvertenze sui cookie.
La sicurezza viene prima di tutto
Omnibus Rivista

La sicurezza viene prima di tutto

Misure igieniche e di protezione nel periodo del COVID‑19.

Massima sicurezza per il conducente e per i passeggeri: Mercedes-Benz sostiene le aziende operanti nel trasporto passeggeri durante la pandemia COVID-19 con porte di protezione per i conducenti, filtri attivi per il climatizzatore e pratici accessori.

Anche durante la pandemia, il marchio Mercedes-Benz continua a essere sinonimo di sicurezza. Il piacere di viaggiare a bordo degli autobus con la Stella per conducente e passeggeri rimane invariato anche in questo periodo in quanto la massima sicurezza è sempre garantita – anche per quanto riguarda la protezione dalle infezioni.

I conducenti operanti nel trasporto pubblico urbano sono coloro che hanno il contatto più ravvicinato con i passeggeri. Per questa ragione Mercedes-Benz ha realizzato una porta per l'autobus urbano Citaro in grado di proteggere adeguatamente il conducente dal contagio. Divisori trasparenti integrali in cristallo e ora anche nel pregiato policarbonato proteggono i conducenti dal contagio aereo e sostituiscono le soluzioni improvvisate. Questa misura consente nuovamente di effettuare l'accesso dalla porta 1 e in conducente può così controllare i documenti di viaggio. 

Le porte di protezione del conducente del Citaro sono disponibili sia nella versione chiusa che munite di apertura per la vendita dei documenti di viaggio. Le porte possono essere installate di primo equipaggiamento per i veicoli nuovi oppure montate a posteriori. Per il Mercedes-Benz Conecto, l'autobus a pianale ribassato per le linee urbane, le porte di protezione del conducente sono disponibili sia in cristallo che in policarbonato.

I conducenti degli autobus extraurbani e da turismo Mercedes-Benz devono poter godere della stessa protezione dei colleghi delle aziende di trasporto pubblico urbano. Per questa ragione dalla metà di agosto per la serie attuale del Tourismo possono essere ordinate le porte di protezione del conducente in policarbonato. Questa soluzione riguarda sia i veicoli nuovi che i veicoli in servizio, sui quali la porta può essere installata a posteriori. Anche per l'Intouro è attualmente in fase di sviluppo una soluzione per il montaggio a posteriori.

Trattenersi in un ambiente chiuso può essere fonte di preoccupazione per alcuni passeggeri che temono il rischio di esposti al contagio. La Mercedes-Benz, però, ha pensato ad una soluzione anche per il sistema di climatizzazione presente a bordo dei veicoli. Negli autobus urbani le fermate distanziate a poche centinaia di metri tra loro ed i prolungati tempi di apertura delle porte hanno effetti positivi sul tasso di ricambio dell'aria. 

Se installate, le prese d'aria supplementari come i finestrini apribili o le botole sul tetto possono essere utilizzate per incrementare il tasso di ricambio d'aria. Tuttavia, attivando sistemi di climatizzazione sul tetto installati dallo stabilimento i finestrini apribili e le botole sul tetto devono rimanere chiusi per evitare anomalie nella regolazione di tali sistemi. 

Nell'autobus da turismo Mercedes-Benz Tourismo l'apporto di aria esterna è assicurato dalla tecnologia integrata nel climatizzatore completamente automatico installato di serie, che provvede al costante ricambio dell'aria. In presenza di temperature ordinarie, comprese tra 8 e 26 gradi Celsius, il climatizzatore opera assicurando il massimo apporto di aria esterna, vale a dire effettuando il ricambio d'aria in modo rapido e continuo ogni due minuti. Nel caso in cui le temperature superino o scendano oltre i valori indicati, il climatizzatore opera in modalità mista. In tal caso il ricambio d'aria nell'abitacolo avviene ogni quattro minuti. Facendo un confronto, nei soggiorni domestici si consiglia di effettuare il ricambio d'aria solo ogni due ore mentre negli uffici questo intervallo di tempo di riduce ad almeno una volta all'ora.

La soluzione Mercedes-Benz offre ancora di più: su richiesta la componente massima di aria esterna alimentata dal climatizzatore sul tetto può essere aumentata di un terzo estendendo verso l'alto o verso il basso la fascia della temperatura esterna in cui è prevista l'alimentazione della quantità massima di aria esterna. Per le aziende di trasporto passeggeri questa quantità supplementare di aria esterna alimentata dal climatizzatore rappresenta un'interessante possibilità di ridurre in modo certificabile il rischio di infezione per il conducente e per i passeggeri, anche se tale soluzione comporta una moderata riduzione del benessere climatico ed un maggior consumo di carburante. Su tale aspetto i clienti Mercedes-Benz possono farsi consigliare senza impegno dal proprio consulente di vendita.

Già oggi i sistemi filtranti utilizzati nei climatizzatori degli autobus Mercedes-Benz depurano l'aria dalle particelle in essa presenti. I nuovi filtri attivi aumentano ulteriormente in modo netto l'efficacia del sistema: i filtri antiparticolato ad alte prestazioni che adottano una struttura progressiva multistrato dispongono di un rivestimento supplementare con funzione antivirale che, come attestano i controlli fisici e le ricerche microbiologiche, è in grado di filtrare anche l'aerosol più minuto. I filtri attivi vengono utilizzati sia per il climatizzatore sul tetto che per i filtri del ricircolo d'aria e per il box del climatizzatore frontale. Questi filtri sono disponibili a partire dalla metà di agosto per la versione del Tourismo attualmente in produzione, e questo vale sia come soluzione per i veicoli nuovi che come soluzione da installare a posteriori. A partire dalla stessa data Mercedes-Benz è in grado di equipaggiare i filtri a posteriori anche per i modelli già presenti sul mercato. I filtri attivi per il Citaro saranno disponibili entro quest'anno. I veicoli dotati di filtro attivo saranno contrassegnati con un adesivo applicato nella zona di accesso e visibile ai passeggeri.

Filtri attivi nel sistema di climatizzazione.

Filtri attivi nel sistema di climatizzazione.

Filtri attivi nel sistema di climatizzazione.

Filtri attivi nel sistema di climatizzazione.

Riduzione al minimo delle sostanze nocive grazie all'efficace operazione di microfiltraggio dell'aria esterna e dell'aria in ricircolo.

Riduzione al minimo delle sostanze nocive grazie all'efficace operazione di microfiltraggio dell'aria esterna e dell'aria in ricircolo.

Nei mezzi di trasporto in cui si assembrano numerose persone, gli agenti patogeni possono diffondersi rapidamente. Per questa ragione igienizzare regolarmente le mani è importante. Nel caso degli autobus la soluzione più igienica è rappresentata da un erogatore di disinfettante attivato da un sensore che evita ogni contatto delle mani con l'apparecchio eliminando così la possibilità di trasmissione dei germi. L'erogatore di disinfettante attivato dai sensori sarà disponibile indicativamente a partire dalla fine di agosto prima per il Mercedes-Benz Tourismo e successivamente per gli altri modelli. 

Prima di iniziare la marcia:

  • Alimentare aria fresca nel veicolo utilizzando la modalità di ventilazione (HLK disattivato), tenendo il motore in funzione, chiudendo le porte e sollevando il finestrino del conducente. La durata dell'operazione è di quattro minuti impostando la velocità di ventilazione almeno sul 50 percento. Successivamente attivare la modalità "HLK-AUTO".
  • Controllare che l'apertura della griglia di ventilazione nel vano bagagli e sotto la ruota di scorta sia sgombra.

Durante la marcia:

  • Tenere il finestrino del conducente sollevato e le botole sul tetto chiuse.
  • Utilizzare la modalità di climatizzazione "AUTO", "SMOG" e il tasto Reheat solo in caso di necessità.
  • Per evitare l'utilizzo del tasto "SMOG", quando il proprio veicolo è in coda mantenere una distanza adeguata dal veicolo che precede.
  • Il tasso di ricambio dell'aria può essere ulteriormente incrementato aumentando la velocità del ventilatore.

Al termine della marcia:

  • Alimentare aria fresca nel veicolo utilizzando la modalità di ventilazione (HLK disattivato), tenendo il motore in funzione, chiudendo le porte e sollevando il finestrino del conducente. La durata dell'operazione è di quattro minuti impostando la velocità di ventilazione almeno sul 50 percento. Successivamente attivare la modalità "HLK-AUTO".
  • Controllare che l'apertura della griglia di ventilazione nel vano bagagli e sotto la ruota di scorta sia sgombra.